WhatsApp Group Join Now
Telegram Group Join Now

Assegni di Inclusione! Orari e Possibili Ritardi nel Pagamento ADI: Tutte le Risposte Qui!

L’Assegno di Inclusione (ADI) rappresenta una recente iniziativa finalizzata a fornire supporto finanziario e sociale alle famiglie in situazioni di povertà, fragilità o esclusione. Si tratta di un sussidio mensile che varia da 200 a 500 euro, a seconda della composizione familiare e del reddito del nucleo, accompagnato da un contributo per l’affitto che può raggiungere i 280 euro al mese per chi vive in affitto. Questa nuova misura sostituisce il precedente Reddito di Cittadinanza, abrogato dal decreto lavoro del 2023.

Ma come avviene la richiesta dell’ADI? Quali sono i requisiti necessari? E Orari e Possibili Ritardi nel Pagamento ADI. In questo articolo, esploreremo le risposte alle domande più comuni su questa prestazione, basandoci sulle informazioni ufficiali fornite dall’INPS e dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Approfondiremo cosa sia l’ADI, a chi spetti, come funzioni e le differenze rispetto al Reddito di Cittadinanza.

A che ora pagano l’Assegno di Inclusione 2024?

L’Assegno di Inclusione 2024 è come una mano amica che offre supporto economico e sociale, e sostituisce il Reddito di Cittadinanza. Per ricevere questa aiuta, basta fare domanda e firmare il Patto di Attivazione Digitale (PAD) su MyInps o nei centri di assistenza fiscale e patronati.

Assegni di Inclusione! Orari e Possibili Ritardi nel Pagamento ADI: Tutte le Risposte Qui
Assegni di Inclusione! Orari e Possibili Ritardi nel Pagamento ADI: Tutte le Risposte Qui! 6

Leggi anche questo:- Pagamenti Assegno di Inlcusione: Avviso Poste Inps – Ritiro Carta Esiti Domande

Importante: il primo pagamento dell’Assegno di Inclusione arriverà il 26 gennaio 2024 per chi ha fatto domanda entro il 7 gennaio e ha completato il PAD. Se lo fai tra il 7 gennaio e la fine del mese, il pagamento inizia dal 15 febbraio. Da lì in poi, i pagamenti sono previsti ogni 27 del mese.

Questo nuovo sistema rende tutto più semplice, con tempi chiari per fare domanda e ricevere i pagamenti. Se sei tra coloro che hanno fatto domanda entro il 7 gennaio, il tuo primo assegno arriva il 26 gennaio, portando sollievo finanziario in modo tempestivo e regolare.

Assegni di Inclusione! Orari e Possibili Ritardi nel Pagamento ADI

In generale, chi riceve l’Assegno di Inclusione può attendersi il pagamento tra il 26 e il 28 del mese, escludendo i giorni festivi.

Quando il 27 cade di sabato, domenica o durante una festività, le ricariche potrebbero avvenire il 25/26 o dal 28 in poi, a seconda delle decisioni dell’INPS per evitare ritardi sulla ADI-Card.

L’anticipo del pagamento (dal 15 del mese) è consentito solo in due casi specifici:

Assegni di Inclusione! Orari e Possibili Ritardi nel Pagamento ADI: Tutte le Risposte Qui
Assegni di Inclusione! Orari e Possibili Ritardi nel Pagamento ADI: Tutte le Risposte Qui! 7
  1. Quando si aspetta la prima ricarica dell’Assegno di Inclusione.
  2. Quando si riceve la prima mensilità dopo il rinnovo della domanda ADI.

Per quanto riguarda gli orari, le ricariche solitamente iniziano tra le 13:00 e le 14:00 nei giorni indicati, protrandosi fino alla sera e talvolta anche nei giorni successivi.

I pagamenti sono pianificati dal lunedì al venerdì (e in alcuni casi anche il sabato). Se il 27 è una domenica o un giorno festivo, i pagamenti possono essere anticipati o posticipati di 24 ore.

INPS e Poste (a meno di circostanze eccezionali) completano tutte le ricariche entro il 30 o il 31 del mese (o entro il 28 o 29 a febbraio negli anni bisestili).

Assegni di Inclusione! Orari e Possibili Ritardi nel Pagamento ADI: Tutte le Risposte Qui!

Quindi, a partire dal 27 di ogni mese (tranne alcune eccezioni, come dicembre, quando si anticipa per il Natale), chi riceve l’ADI dovrebbe controllare l’accredito della carta Assegno di Inclusione, verificando su www.inps.it. In caso di autorizzazione al pagamento da parte dell’INPS, è necessario contattare i Numeri Verdi dell’INPS:

  • 803164 (gratuito da telefono fisso)
  • 06164164 (a pagamento da cellulare)

Durante questa fase, tutti i beneficiari dovrebbero verificare se hanno aderito al Patto di Attivazione Digitale e controllare eventuali variazioni di reddito o patrimoniali in famiglia. È altresì consigliato verificare la possibilità di presentare un modello ISEE corrente con i redditi degli ultimi mesi per potenzialmente aumentare l’importo dell’Assegno di Inclusione.

Leave a Comment