WhatsApp Group Join Now
Telegram Group Join Now

Certificazione Unica 2024: Scadenza vicina, la data da segnarsi sul calendario

Benvenuti nella nostra guida dedicata alla Certificazione Unica 2024, un documento vitale per lavoratori e datori di lavoro. Scopriremo insieme tutte le informazioni necessarie, dalle scadenze alle novità che influenzeranno il prossimo anno.

Scadenza: 16 Marzo 2024

Scadenza Certificazione Unica 2024: Segnate il 16 marzo sul vostro calendario! In questa data, dovete consegnare la Certificazione Unica ai lavoratori e inviarla all’Agenzia delle Entrate per rimanere in regola con le normative fiscali.

Invio Telematico: Datori di Lavoro, Attenzione!

Obbligo Telematico CU: Se siete datori di lavoro, ricordate che l’invio telematico della CU è obbligatorio. Questo processo coinvolge informazioni cruciali sui redditi da lavoro dipendente, autonomo, provvigioni e altro ancora.

Certificazione Unica 2024: Scadenza vicino, la data da segnarsi sul calendario

Leggi anche questo:- Assegno Unico 2024: domanda, Aumento e Calendario pagamenti Inps

Struttura Telematica della Certificazione Unica 2024

La trasmissione telematica comprende tre parti importanti:

  1. Frontespizio: Informazioni sulla comunicazione, dati del sostituto, firma e impegno telematico.
  2. Quadro CT: Dati relativi ai modelli 730 dall’Agenzia delle Entrate.
  3. Certificazione Unica 2024: Dettagli su lavoro dipendente, autonomo, provvigioni e locazioni brevi.

Novità sull’Assegno Unico 2024: Chiarimenti Importanti

La risoluzione n. 55 del 03.10.2023 ha portato chiarezza sulla sezione dell’Assegno Unico nel 2024. Le informazioni vanno inserite nella sezione “Dati relativi al coniuge e ai familiari a carico”.

Certificazione Unica 2024: Scadenza vicino, la data da segnarsi sul calendario

Familiari a Carico: Deduzioni

Le informazioni sui familiari a carico sono essenziali per detrazioni fiscali. Compilate la sezione “Dati relativi al coniuge e ai familiari a carico” anche se non richiedete specifiche detrazioni.

Lavoratori Sportivi: Certificazione Unica 2024

Con le nuove regole, i compensi per i lavoratori sportivi fino al 30 giugno 2023 sono considerati “redditi diversi“, mentre dal 1° luglio al 31 dicembre 2023 sono “redditi da lavoro dipendente e assimilati”.

Nella CU sono indicati:

  • redditi da lavoro dipendente e assimilati sottoposti a tassazione ordinaria, separata, ritenuta alla fonte o imposta sostitutiva;
  • redditi da lavoro autonomo e redditi diversi, come definiti dagli articoli 53 e 67 del TUIR;
  • la somma totale delle provvigioni (rapporti di commissione, agenzia, mediazione, etc…);
  • compensi e somme erogati in seguito a pignoramenti pressi terzi e procedure di esproprio;
  • corrispettivi erogati per contratti di appalto;
  • indennità erogate in caso di cessazione di rapporti di agenzia, funzioni notarili e attività sportive;
  • ritenute d’acconto;
  • le detrazioni effettuate.

Certificazione Unica e Regime Forfettario: Dal 2024 Niente Obblighi

Dal 2024, per chi aderisce al regime forfettario, la Certificazione Unica non sarà più obbligatoria. Attenzione, per il 2023, la CU è ancora necessaria.

Certificazione Unica 2024: Scadenza vicino, la data da segnarsi sul calendario

Certificazione Unica 2024: Deduzioni Familiari

Familiare a CaricoTipologia Detrazioni
ConiugeDetrazioni per carichi di famiglia
FigliAssegno Unico e detrazioni regionali
Certificazione Unica 2024

Conclusioni: Certificazione Unica 2024

In conclusione, rispettare le scadenze fiscali è cruciale. La Certificazione Unica è un passo fondamentale nella conformità legale. Informatevi, adottate le giuste procedure e garantitevi un 2024 senza inconvenienti fiscali.

Leave a Comment